Alleanza per le famiglie nel portogruarese: si scaldano i motori per la nuova edizione

Portogruaro, municipio

[21-03-2019] È stato un incontro di messa a punto delle attività e degli impegni reciproci quello svolto ieri pomeriggio a Portogruaro, nella sala Russolo della sede municipale, per l’edizione 2019-2020 del progetto Alleanza per le famiglie dell’area del portogruarese, cui aderisce, con altri 15 partner, anche la consigliera di parità metropolitana Silvia Cavallarin.

 

L’incontro, convocato dalla sindaca Maria Teresa Senatore, è servito a condividere i documenti programmatori necessari a costruire una rete di coordinamento sul territorio dei soggetti pubblici e privati aderenti, coinvolti nel sostegno alle politiche finalizzate al benessere della famiglia, a supportare la genitorialità, a prevenire e rimuovere fenomeni di disagio sociale nei luoghi di costruzione dei legami sociali – scuola e famiglia in primis – fino ad abbracciare il fronte della conciliazione vita e lavoro, del welfare aziendale e territoriale. Al centro dell’incontro il Piano delle attività, in partenza verso la Regione Veneto che ha concesso al progetto un finanziamento di circa 27 mila euro e l’Accordo volontario che definisce obiettivi, impegni e compiti di ogni aderente.

illustrazione delle attività dell'Alleanza per le Famiglie del portogruarese

L’amministrazione comunale era presente con il vicesindaco Luigi Toffolo, la dirigente dei servizi sociali  Giuliana Pasqualini e la referente di coordinamento e assistente sociale Anita Zanco detto Franco e alcuni dei partner, fra Comuni, associazioni, scuole, Ulss e servizi alla persona del territorio.   

 

L’incontro è stato preceduto da una sintesi delle numerose e preziose iniziative messe in campo nel biennio appena concluso, fra l’altro presentate nel corso dell’ultimo convegno della rassegna innovando.ve promosso dalla Consigliera di parità metropolitana l’ottobre scorso, che ha fatto da miccia a questa nuova esperienza: “Questo progetto è mirato a generare  reti locali di coordinamento dei servizi di welfare territoriale – spiega Silvia Cavallarin – e si inserisce tra gli obiettivi del mio programma di mandato di consigliera. Il nostro ruolo, che metteremo ulteriormente a punto nei prossimi giorni per lavorare in  raccordo con gli altri partner, sarà quello di promuovere le attività dell’Alleanza verso il tessuto produttivo e imprenditoriale dell'area portogruarese per stimolare la cultura della responsabilità sociale d’impresa e la valorizzazione del ricco capitale sociale di questa zona metropolitana”.

Per il Comune di Portogruaro: la dirigente ai servizi sociali, il vicesindaco, la referente di progetto

Fra le azioni in itinere, che consentiranno anche di mettere a frutto quanto già intrapreso, vi è la creazione di uno Sportello Famiglia curato dalla cooperativa L’Arco di Portogruaro, su piattaforma digitale, che consentirà una mappatura puntuale, geolocalizzata, costantemente aggiornata, delle iniziative e dei punti di servizio sul territorio e di tutte le informazioni utili collegate: un importante strumento di consultazione, conoscenza e di trasparenza sull’andamento del progetto.

Un momento dell'incontro con gli aderenti al progetto Alleanza per le Famiglie del portogruarese

Ecco l’elenco dei partner attualmente presenti al progetto Alleanza per le famiglie (altri potranno aderirvi in seguito, secondo i criteri fissati nell’Accordo volontario in via di sottoscrizione):

  • Comune di Portogruaro, capofila
  • Comune di Concordia Sagittaria
  • Comune di San Michele al Tagliamento
  • Comune di Fossalta di Portogruaro
  • Comune di Teglio Veneto
  • Comune di Pramaggiore
  • Comune di San Stino di Livenza
  • Comune di Annone Veneto
  • Comune di Cinto Caomaggiore
  • Ulss n. 4 Veneto orientale
  • Consigliera di parità metropolitana di Venezia
  • Consultorio Familiare associazione Fondaco
  • Istituto Comprensivo 1 di Portogruaro
  • Istituto Comprensivo 2 di Portogruaro
  • Ipab Residenza per Anziani Francescon
  • Associazione di promozione sociale Ermes
  • Apal, associazione pensionati anziani di Lugugnana

 

Fra le azioni già messe in cantiere nel biennio precedente:

  • Attivazione di doposcuola
  • Mappatura doposcuola e servizi di trasporto e mensa scolastica
  • Finanziamento di attività family friendly negli istituti comprensivi aderenti
  • Certificazione Family Audit per la Residenza Francescon
  • Sistema condiviso sulle agevolazioni per i servizi scolastici a favore delle famiglie
  • Formazione per operatori, amministratori e aziende sulle politiche di welfare
  • Progetti “benessere” nelle scuole
  • Serate dedicate alla genitorialità
  • Prevenzione al bullismo e cyberbullismo nei contesti classe

 

Prossime tappe: invio alla Regione Veneto del piano delle attività concordato, sottoscrizione dell’Accordo volontario da parte degli aderenti, condivisione delle linee guida per un’azione coordinata e sinergica tra i partner e formazione di un tavolo operativo ristretto, in cui è prevista anche la presenza della Consigliera di parità metropolitana, a garanzia di un costante monitoraggio sull’andamento del progetto.