Violenza donne: nominato il nuovo tavolo di coordinamento regionale

foto: inserimento ultimo pezzo di un puzzle (da www.freepik.com)

 

[11-08-2021] La giunta regionale aggiorna e nomina i componenti del Tavolo di coordinamento regionale per la prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne. L'organismo, istituito con la legge regionale n. 5/2013, riunisce 15 realtà territoriali aventi il compito di valorizzare il lavoro delle reti deputate alle strategie di intervento nella prevenzione e protezione delle vittime e nel perseguimento degli autori di violenza di genere e domestica, nel quadro delle direttive promosse dalla Convenzione di Istanbul 2011.

 

Due novità nella composizione del tavolo rispetto alla precedente edizione del 2013:

  • l'inserimento di un componente esperto nella gestione dei Centri di trattamento uomini autori di violenza¬†in linea con gli standard di legge,¬†realt√† che vede¬†il riconoscimento regionale dopo il censimento delle strutture concluso a fine 2020;¬†
  • l'inserimento dell'Ufficio scolastico regionale per il Veneto.¬†

 

Dall'elenco esce invece l'Osservatorio nazionale sulla violenza domestica, già incardinato presso l'università di Verona, che ha chuso le attività. La componente tecnico scientifica viene garantita dalla presenza, riconfermata, del Centro Diritti Umani dell'università di Padova. 

 

La giunta nomina otto dei 20 componenti complessivi, di cui 4 proposti dalle realtà territoriali pubbliche e private con esperienza pluriennale nel campo del trattamento delle donne vittime di violenza:

  • Roberta Toffoli, su proposta della Fondazione Eugenio Ferrioli e Luciana Bo onlus;
  • Laura Miotto, su proposta di Una casa per l‚Äôuomo societ√† cooperativa sociale;
  • Paola Nicoletta Scarpa, su proposta del Comune di Venezia;
  • Elisabetta Sega, su proposta del Comune di Verona.

 

Le altre nomine: 

  • Brian Vanzo, presidente dell'Associazione ARES Aps di Bassano del Grappa in rappresentanza dei Centri di trattamento uomini autori di violenza
  • Catia Morellato, dirigente medico ULSS 2 Marca Trevigiana ed Elisabetta Ruzzon, dirigente medico ULSS 7 Pedemontana, in rappresentanza delle strutture di pronto soccorso.

 

Per le restanti nomine, trattandosi di dirigenti di strutture organizzative delle istituzioni locali e territoriali (servizi sanitari, direzioni regionali, presidente commissione regionale pari opportunità, garante dei diritti della persona, ecc.), sono individuate in funzione dell'incarico assegnato.

 

Ultima novità: la materia della prevenzione e contrasto alla violenza è trasferita dalla direzione Relazioni internazionali, Comunicazione e Sistar alla Direzione Servizi sociali. 
Ciò determina che la presidenza del Tavolo di coordinamento, in capo all'assessore di competenza, spetta ora a Manuela Lanzarin. 

 

 

Per saperne di pi√Ļ

 

Foto: puzzle bianco ultimo pezzo, da www.freepik.com