Strutture antiviolenza, quasi un milione di euro di finanziamento in arrivo

firma documento (Created by Katemangostar - Freepik.com)

[06-11-2018] Boccata d'ossigeno per le strutture antiviolenza regionali: la giunta del Veneto ha autorizzato l'erogazione della quota proveniente dal fondo nazionale dedicato e rivolto alle politiche attive per i diritti e le pari opportunità. 
 

Il trasferimento, che per il Veneto ammonta precisamente a 972.428 euro secondo la ripartizione regionale stabilita con decreto della Presidenza del consiglio dei ministri del 28 dicembre scorso, vale per il 2017. La prassi vuole infatti che il fondo  venga erogato a seguito della presentazione al Dipartimento pari opportunità di una relazione sulle iniziative attuate, regione per regione, nell'anno precedente, relazione i cui termini scadevano entro il mese di marzo di quest'anno. 
 

Una procedura che può causare alcune lentezze, ma che, avviata nel 2014, ha consentito un'erogazione annuale alle strutture, puntualmente e celermente messa in atto dalla Regione Veneto per il proprio territorio. Il fondo poi è in crescita anno per anno: 18 milioni per il biennio 2015-2016 (circa 1,3 per il Veneto), quasi 13 milioni per il 2017 (di cui 1 per il Veneto), mentre per il 2018 il recente accordo Stato Regioni ha ripartito un fondo complessivo di 20 milioni di euro che saranno dunque erogati il prossimo anno. 
 

La norma stabilisce che un terzo del finanziamento sia destinato a nuove strutture, i restanti due terzi a finanziare spese di gestione e attività per quelle esistenti, con un 10 per cento riservato a percorsi educativi nelle scuole al fine di promuovere una cultura di rispetto e di parità.

L'assessora regionale ai servizi sociali Manuela Lanzarin fa sapere che per i centri anviolenza regionali e le case rifugio - che nel corso del 2017 hanno accolto oltre 3.100 vittime di violenza - si rendono pertanto "disponibili rispettivamente 293.443 euro e 311.514 euro", ovvero quasi 605 mila euro. Per quanto riguarda le attività di sensibilizzazione nelle scuole, sotto forma di "voucher" educativi con percorsi tematici svolti da enti del terzo settore in collaborazione con il corpo docente, saranno erogati 62 mila euro. Circa le nuove strutture, dall'ultima rilevazione dati pubblicata dalla Direzione regionale competente, nel corso del 2017 ne sono state attivate 3 (2 in provincia di Verona e 1 in provincia di Treviso).

Infine l'assessora Lanzarin informa che, accanto allo stanziamento nazionale, la Regione Veneto metterà a disposizione altri 400 mila euro di fondi propri stanziati quest'anno per iniziative di prevenzione e contrasto.
 

La notizia giunge a breve distanza dalla presentazione di un progetto europeo che vede la Regione capofila insieme a diversi soggetti comprendenti altri 3 paesi (Bulgaria, Croazia e Germania) nella individuazione di una strategia di contrasto al fenomeno focalizzata sugli autori della violenza sulle donne, nella stragrande maggioranza dei casi uomini. Il progetto, che prende il titolo di ASAP (A systemic approach for perpetrators) si propone di condividere studi ed esperienze dei partner sui "maltrattanti" per la messa a punto di un modello operativo sistematico e multidisciplinare, che affini la rete dei servizi e le competenze, con l'obiettivo di creare linee guida d'intervento replicabili a livello europeo.  

 

 

 

Per saperne di pi√Ļ:¬†

 

 

foto: Kate Mangostar su freepik.com