Veritas seleziona Silvia Cavallarin come consigliera di fiducia

Silvia Cavallarin

[14-08-2020] La consigliera di parità metropolitana, Silvia Cavallarin, ha assunto l’incarico di Consigliera di Fiducia presso Veritas spa, la mutiutility pubblica veneziana per i servizi idrici integrati e ambientali, che impiega circa 3mila dipendenti. L’incarico, ottenuto previa selezione con una previsione di durata annuale, è finalizzato a favorire un clima organizzativo interno basato sulla concliazione e sulla mediazione dei conflitti tra personale e direzione aziendale.

 

La figura di Consigliera di fiducia è ispirata alle direttive internazionali e specialmente europee volte alla difesa e protezione della dignità personale e professionale di lavoratori e lavoratrici ed è di norma prevista dalla regolamentazione interna delle organizzazioni pubbliche o private che ne hanno autonomamente previsto la funzione, come forma di prevenzione e contrasto del disagio lavorativo. A questa figura sono richieste in particolare speciali competenze nella trattazione di situazioni di mobbing, molestie e stalking che abbiano a verificarsi all’interno dello specifico luogo di lavoro.

 

Diversamente dalla Consigliera di parit√†, istituita dalla legge (il Codice per le pari opportunit√† tra uomo e donna) a garanzia del rispetto delle leggi di non discriminazione di genere nei luoghi di lavoro su un territorio provinciale o regionale, la Consigliera di fiducia agisce nel solo ambito aziendale fornendo¬† consulenza e assistenza a chi si ritrovi¬†vittima di comportamenti ostili, allo scopo di¬†indicare le modalit√† pi√Ļ idonee ad affrontare la situazione.¬†

 

Tra le funzioni previste in Veritas per la Consigliera di fiducia: progetti per il benessere organizzativo, sportello di ascolto e formazione di base del personale dipendente e dirigente nelle materie di competenza.

 

‚ÄúNessuna incompatibilit√† con il ruolo di Consigliera di parit√† metropolitana di Venezia ‚Äď assicura Silvia Cavallarin ‚Äď che ha dei compiti molto precisi stabiliti dalla legge e che √® sempre mio dovere osservare e seguire con determinazione. Penso invece che potrebbero aprirsi nuovi spazi per¬†le attivit√† di tutela del benessere psicofisico del personale, in sinergia tra le due figure e in considerazione delle altre consigliere di fiducia di cui sono dotati¬†altri enti, come la Regione Veneto, l‚ÄôUlss, l‚ÄôUniversit√† Ca‚Äô Foscari ecc.: un‚Äôopportunit√† di sviluppare sul territorio un dialogo pi√Ļ incisivo sulla valorizzazione degli aspetti pi√Ļ immateriali ma altrettanto importanti delle rivendicazioni economiche nei luoghi di lavoro‚ÄĚ.

 

 

 

 

 

 

.