Discriminazioni sul lavoro, l'intesa nazionale con il Consiglio forense

firma documenti

[03-07-2017] La Consigliera nazionale di parità, Francesca Bagni Cipriani, ha sottoscritto un protocollo d'intesa con Andrea Mascherin, presidente del Consiglio nazionale forense per una collaborazione in materia di discriminazioni di genere sul lavoro. 

Il protocollo, siglato lo scorso 22 giugno, intende promuovere un progetto destinato in via sperimentale a raggiungere tre obiettivi:

  1. favorire il giusto accesso alla giustizia per le vittime di discriminazioni in ambito occupazionale;
  2. promuovere una strategia integrata di prevenzione e contrasto sulla materia;
  3. monitorare il fenomeno per rilevarne i diversi aspetti e favorirne l'emersione. 

Fra le azioni da mettere in campo vi sarà quella di formare una short-list di avvocati e avvocate specializzate in diritto del lavoro e antidiscriminatorio, che potranno essere a disposizione anche delle Consigliere regionali e degli enti di area vasta e città metropolitane che ne facciano espressa richiesta, per le rispettive attività di consulenza e supporto dei casi che si presentano ai loro uffici. È costituito inoltre un Comitato tecnico di gestione con funzioni di indirizzo, coordinamento e monitoraggio delle attività, composto dalla stessa consigliera Bagni Cipriani e da due componenti della commissione per le pari opportunità del Consiglio nazionale forense. Il Comitato disciplinerà in particolare le modalità di conferimento di incarico professionale agli avvocati e intende impegnarsi ad estendere le fattispecie soggette al gratuito patrocinio per le vittime di discriminazione.