Centro antiviolenza Sonia: chiusura estiva dal 9 al 15 agosto

Sonia Centro antiviolenza

 

[09-08-2021] Il Centro Sonia dell'area miranese rimarrà chiuso da lunedì 9 a domenica 15 agosto. Lo comunica la responsabile delle attività, Giorgia Fontanella attraverso la Commissione intercomunale per le pari opportunità capofilata da Noale e alla quale aderiscono Mirano, Martellago, Scorzè, Spinea, Salzano e Santa Maria di Sala, promotori del servizio. 

 

Di qualche giorno fa la relazione del Centro sulle attività svolte nel primo semestre 2021, in cui si registra una presa in carico di 73 donne e di altre 16 che si sono rivolte allo sportello di Mirano. Per 3 donne è stata attivata un'accoglienza in emergenza, avvalendosi di strutture ricettive con cui il Centro è in rete e ha una proficua collaborazione. 

 

Le attività del Centro vertono sull'assistenza psicologica, legale e di accompagnamento nei percorsi di uscita dalla violenza, anche con il sostegno economico di piccoli rimborsi spese alle donne inserite nel percorso. Alle attività di base, quest'anno si è aggiunta la novità di uno Sportello lavoro per orientare le donne nella ricerca, nella redazione del curriculum e mirata a costruire reti di aziende con cui poter attivare tirocini di inserimento lavorativo. Due le donne beneficiate nel periodo in esame da questo nuovo servizio, realizzato attraverso fondi derivanti da un progetto di implementazione delle attività che ha visto la collaborazione di Intesa San Paolo. 

 

La relazione conferma la nota dolente dei finanziamenti: secondo le operatrici servirebbero 80 mila euro all'anno per far fronte alle spese. Lo stato dei finanziamenti per il 2021 è intorno al 50% del fabbisogno con circa 46 mila euro provenienti da:

  • finanziamento regionale per "percorsi di autonomia" (circa 13 mila euro);
  • 30 mila euro da finanziamento statale destinate alle attivit√† della struttura;
  • 2 mila euro¬†messi a disposizione dal Comune di Mirano per le attivit√† dello sportello territoriale.¬†

 

Alla ricerca di sostenibilità finanziaria del servizio, la cooperativa sociale Iside antiviolenza, cui afferisce il Centro Sonia, promuove diverse attività per raccogliere fondi. Da qualche anno per esempio è inserita nel programma Charity della Venice Marathon con il progetto Runnher, Corri con Lei, con le iscrizioni alla maratona devolute all'attività di antiviolenza. E ancora da qualche anno è inserita nella raccolta fondi legata ad acquisti nelle pasticcerie o presso i panifici, iniziativa organizzata da alcuni dei Comuni aderenti. 

Sonia inoltre aderisce al progetto GRU, gruppo responsabilità uomini, riconosciuto dalla Regione Veneto come centro per il trattamento degli autori di violenza, inserito nel primo elenco regionale di 7 centri di questo tipo nel novembre 2020.


Che fare dunque in questa settimana in cui le attività restano chiuse? La regola resta sempre quella che in caso di emergenza si chiama il 1522, attivo 24 ore su 24 e collegato con i servizi del territorio cui si viene inviate. La rete è inoltre estesa alle Ulss (pronto soccorso), alle forze dell'ordine e ai servizi sociali comunali.

 

Il Centro Sonia riapre il 16 agosto. 

 

Risorse collegate: